etwas d'else............. ............. ............. ............. ............. ............. .............

video festival linea d'aqua fondamenta della misericordia - venezia oct 2001

un angelo di più giam + juL

 

RMRilke

Gli angeli sono tutti tremendi. Eppure, ahimé, io
invoco voi, uccelli d'anima che quasi fate morire, pur
sapendovi. Dove sono i giorni di Tobia, quando uno dei
più radiosi si stette all'umile porta di casa
un pò travestito da viaggio e, così, già non più
pauroso,(giovane al giovane che guardava fuori
curioso).
Si omvesse ora l'Arcangelo, il pericoloso, si muovesse
da dietro le stelle
di un passo soltanto,giù verso di noi: con la violenza
del battito, ci ucciderebbe il nostro proprio cuore.
Chi siete voi?

Voi, primi perfetti, viziati della Creazione,
profili du vette, creste di tutto il Creato
rosse d'aurora, - polline della divinità in fiore,
articolazioni di luce, anditi, scale, troni,
spazi d'essenza, scudi di delizia, tumulti
di sentimento in tempeste d'entusuasmo, e a un tratto,
uno per uno,
specchi: la bellezza che da voi defluisce
la riattingete dai vostri volti.

Ma per noi, sentire è svanire; ah, noi
ci esaltiamo, sfumiamo; di brace in brace
buttiamo odore più lieve. Ecco, qualcuno ci dice:
si, tu mi entri nel sangue, questa stanza, la
primevera,
s'empie di te... Che giova, egli non può trattenerci,
noi svaniamo in lui e intorno a lui. E la bellezza oh,
chi la trattiene? Sul volto la sembianza sorge e spare
senza posa. Come rugiada dall'erba novella
quel che è nostro svapora da noi, come il calore da
vivanda calda. Oh, sorriso, dove mai? Oh alzar
d'occhi:nouva, calda, fuggitiva onda del cuore -
ahimé: eppure siamo questo, noi.

Je continerais la procienne fois, c'est trop long!

buona lettura e comprensione

baci baci
stefania